Noi NON ci stiamo!


“Noi non ci stiamo !!”


Questa è la loro risposta ai vandali che in una notte hanno distrutto buona parte del lavoro che avevano svolto lo scorso anno scolastico quando con entusiasmo avevano messo a dimora le piantine generosamente offerte dal Rotary Club Guastalla.

Senza limitarsi a piangere per il danno subìto i bambini e le bambine della quinta classe hanno deciso di continuare col loro impegno per una causa che ritengono giusta.
Quella che hanno chiamato “delusione del mondo degli adulti” è stata la molla per un nuovo impegno e una testimonianza di buona volontà.
Non si sono rivolti alle autorità per chiedere giustizia o una punizione per i vandali ma hanno deciso di ricomprare nuove piantine col frutto del loro lavoro ed una nuova fase di impegno e azioni concrete è ripartita con un piglio degno di ammirazione.

“Nessuno può distruggere la gioia dei nostri alberi!” è il loro motto : se piantare alberi è una fonte di gioia loro non accettano senza combattere il fatto che ci sia chi la vuole distruggere e difendendo gli alberi difendono la loro contentezza di fare qualcosa di buono per la natura.

Stanno impegnandosi a produrre oggetti che verranno messi in vendita sabato 17 novembre presso una bancarella nella centrale via Gonzaga con il proposito di guadagnare il denaro necessario per acquistare i pioppi che andranno a sostituire quelli danneggiati o distrutti dai vandali. 

Non si vergognano queste persone? Perché spezzano o strappano le nostre piante?” si domandano i bambini mentre ribadiscono la delusione per un comportamento apparentemente inspiegabile e la risposta secondo una logica infantile diretta è automatica : “certo che si vergognano, altrimenti non lo farebbero di notte o di nascosto!”.

Ma - anche senza capire i perchè - la ricetta per difendere la loro gioia è chiara: ricominciare, mettendo in piazza con decisione la loro volontà.

La data fissata – non a caso – è il 21 novembre, nella quale si festeggia in tutto il mondo la Giornata dell’Albero e circa  sessanta allievi delle classi quarta e quinta raggiungeranno a piedi la sede delle operazioni lungo viale Po. Come dire: da una delusione cocente una piccola, grande voce di speranza per il futuro.     

Per realizzare questo grande impegno le insegnanti hanno chiesto aiuto alle forze che già avevano partecipato alla posa dei pioppi, Rotary ed Eden che hanno assicurato il loro appoggio sia nell’aiuto all’acquisto delle piantine sia nella posa e nella successiva manutenzione.

Come Eden ha insegnato in trent’anni: oggi metto a dimora un albero e da domani mi prenderò cura di lui…

  

Così rispondono i  bambini della classe quinta della scuola primaria di Guastalla al vandalismo sconsiderato che si era accanito contro le loro piantine.






Nostro Diario

Le pagine dei ricordi di 30 anni di attività della Cooperativa Eden.....

approfondisci


Soundbeam

Commovente, sconvolgente, coinvolgente e ... non bastano le parole per descrivere....

approfondisci


Abecedario

Un modo alternativo per andare a scuola in modo divertente e intelligente....

approfondisci